Xbox All Access è ufficiale: in un abbonamento Live Gold, Game Pass e console

Microsoft ha ufficialmente annunciato il suo programma di abbonamento Xbox All Access (la pagina dell’annuncio è al momento irraggiungibile e riporto le informazioni dall’affidabile GamesBeat di VentureBeat). Come anticipato, Xbox All Access offre a $22 al mese Xbox One S, Xbox Live Gold (l’abbonamento necessario per giocare online a videogiochi multiplayer su Xbox One) e Xbox Game Pass, una libreria di videogiochi disponibili per il download, tra cui tutte le esclusive Microsoft. Al prezzo di $35, invece, è possibile ottenere una Xbox One X insieme agli altri abbonamenti.

Si tratta di un’offerta disponibile solo negli Stati Uniti d’America, solo per un tempo limitato e solo per “utenti qualificati”, come spiega Microsoft, ma è interessante per capire come la compagnia si stia muovendo e come si stia nel tempo diversificando da Sony. PlayStation 4 può avere grandi esclusive come God of War, Uncharted 4, The Last of Us 2, Horizon Zero Dawn, Death Stranding o altri giochi d’azione/avventura in terza persona, ma Microsoft si sta invece concentrando sulla costruzione di un servizio che attraversi tutti i suoi dispositivi, da quelli con Windows 10 (i computer) alle console della famiglia Xbox One. Xbox è un servizio che può estendersi persino su altre console, come Nintendo Switch.

Abbonandosi a due anni di servizio Xbox All Access permette agli utenti di ottenere a un prezzo minore rispetto a quello normale console, abbonamento a Xbox Live Gold e abbonamento a Xbox Game Pass. Dopo la fine dei due anni di abbonamento, inoltre, la console resta all’abbonato, e Xbox All Access diventa quindi un modo per comprare non solo a rate ma a prezzo ridotto una console con i suoi servizi.

Mi sembra evidente che ci sia però, almeno concettualmente, una somiglianza tra questo genere di offerte e offerte di gestori come Sky che, per un costo mensile, forniscono un servizio di streaming e un decoder che permetta di ricevere i dati. Microsoft non ha ancora un servizio di streaming ma ha annunciato ufficialmente di starlo sviluppando, mentre abbiamo notizia che dalla prossima generazione intenda lanciare accanto alla sua console tradizionale una console a basso prezzo che abbia principalmente la funzione di streamer. Una console da accoppiare, magari, a un simile abbonamento.

Source VentureBeat

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.