Riot di League of Legends è in rotta con il suo proprietario Tencent

Secondo quanto riportato da The Information lo studio Riot Games, sviluppatore di League of Legends (e ora al lavoro anche su qualcosa di nuovo), sarebbe in rotta con il suo proprietario Tencent, la più grande compagnia videoludica al mondo per incassi, proprietaria anche di Supercell (Clash of Clans) e in parte di Epic Games (Fortnite), Activision Blizzard (Call of Duty, World of Warcraft), Ubisoft (Assassin’s Creed) e Bluehole (PlayerUnknown’s Battlegrounds).

Dopo aver acquisito Riot Games nel 2011, Tencent si è progressivamente incentrata sul videogioco per dispositivi mobili. Tencent possiede anche WeGame, l’equivalente cinese di Steam con 200 milioni di utenti, ma negli ultimi anni sono stati i videogiochi per smartphone a trainare il successo della compagnia grazie a opere come Honor of Kings (arrivato da noi in una versione modificata nota come Arena of Valor), il MOBA per dispositivi mobili più giocato al mondo e probabilmente il videogioco più giocato in assoluto al mondo.

Proprio Honor of Kings sarebbe alla radice dei problemi, perché nasce nel 2015 dal rifiuto di Riot Games di portare su dispositivi mobili il suo League of Legends e sarebbe stato inizialmente tanto simile che gli sviluppatori di Riot lo avrebbero considerato un vero plagio del loro gioco. Tencent, informata delle preoccupazioni di Riot, si sarebbe limitata a modificarlo per diminuirne le somiglianze più marcate facendo nascere Honor of Kings.

Inoltre, Tencent sarebbe sempre meno interessata a LoL. Gli ultimi dati sui giocatori di League of Legends mi sembrano risalire al 2016, quando Riot annunciò di avere circa 100 milioni di giocatori al mese. È più o meno la metà del numero di giocatori mensili di Honor of Kings e questa cifra sarebbe in seguito anche diminuita, convincendo Tencent a trascurare League of Legends per concentrarsi su Epic Games e Bluehole e, in generale, sulla nuova moda delle Battle Royale.

In una dichiarazione rilasciata a Dot eSports Riot Games ha confermato il declino nel numero di giocatori di LoL, sminuendone però la gravità (The Information sostiene che Riot abbia affermato in una riunione che, se la tendenza continuerà, la compagnia azzererà presto i suoi profitti), e ha ammesso i problemi con Tencent, sostenendo però che si è trattato di conflitti ormai risolti.

Source The Information
Via Gamasutra Dot eSports

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.