Resident Evil 2 non è più considerato un “remake” da Capcom

Come potreste aver notato quando è stato annunciato il remake di Resident Evil 2 Capcom ha chiamato il gioco solo “Resident Evil 2”, senza la dicitura “remake”. Secondo la compagnia non si può parlare di “remake” perché gli sviluppatori non stanno rifacendo il gioco originale, come per esempio fecero col remake del primo episodio, ma stanno creando una nuova esperienza basata su Resident Evil 2.

“Non sarà fedele in scala uno a uno” ha affermato Mike Lunn, che gestisce i marchi Capcom, a GamingBolt. “Per qualcuno che ha giocato il gioco… qualcuno lo ha giocato una volta sola e qualcuno un migliaio di volte perché è il suo gioco proferito. Vogliamo che sia qualcosa di nuovo anche per chi lo ha giocato un migliaio di volte. Per questo non lo chiamiamo Resident Evil 2 Remake. È un nuovo gioco costruito sulle sue fondamenta.”

Capcom cambierà quindi il posizionamento dei nemici e i puzzle, in modo che i giocatori non sappiano già cosa si troveranno davanti, ma si manterrà abbastanza fedele per quanto riguarda la trama. “In generale, l’idea generale, le trame principali sono molto simili. Ma anche lì ci saranno nuove sorprese.”

A questo punto sarebbe importante capire in che modo questo episodio interverrà nella (complicata) continuity della serie, se le “nuove sorprese” influiranno solo su elementi secondari o se cambieranno anche parti importanti della storia e se questi cambiamenti andranno considerati canonici… Anche se in effetti non è davvero importante perché la trama dei Resident Evil è sempre stata pessima e inutilmente complicata, una mera scusa su cui costruire i videogiochi, e lo zapping system non ha mai reso chiaro cosa fosse canonico in Resident Evil 2.

A questo proposito, una differenza sarà proprio l’assenza dello zapping system. In Resident Evil 2 originale posso iniziare a giocare o come Leon o come Claire e, dopo aver completato la storia con il personaggio che ho scelto, passo automaticamente all’altro e vedo cosa ha fatto nello stesso periodo di tempo in una specie di avventura spin-off (scenario B) in cui subirò anche alcune conseguenze delle mie azioni nell’avventura principale (scenario A).

Questo vuol dire che in Resident Evil 2 i due protagonisti, già dotati di differenze sia nelle loro abilità sia nella loro campagna, possono vivere due storie ulteriormente diverse (A e B). Per vedere tutto in Resident Evil 2 devo quindi giocare (per esempio) prima come Leon e vedere la sua versione dello scenario A, poi giocare Claire B, poi ricominciare da capo e giocare Claire A e poi giocare Leon B, con una certa ripetitività.

Il remake (scusate se continuo a chiamarlo così) semplifica questo sistema dando semplicemente a ognuno dei due personaggi la sua campagna, senza obbligarmi a ripetere lo stesso gioco più volte con personaggi diversi per vedere tutto. Resident Evil 2 uscirà il 25 gennaio 2019 su PS4, Xbox One e PC.

Source GamingBolt

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.