Papille: una selezione di link sulla cultura digitale curata da Game Happens

Papille è un nuovo progetto di Game Happens, organizzazione (di cui Webtrek è media partner) dedicata alla creazione di festival ed eventi sul videogioco e in generale sul giocare. Dopo non esser riuscita a trovare i finanziamenti necessari per l’edizione 2018 del suo festival principale, chiamato appunto Game Happens, dà vita ora a un progetto tutto diverso, pensato per dare due volte al mese un menù culturale agli appassionati di videogioco.

Papille è costruito come una carta con antipasti, primi, secondi e piatti d’asporto, ma invece che pietanze ci sono link ad articoli e video dedicati al mondo del videogioco e alla cultura digitale contemporanea consigliati da Game Happens: gli antipasti sono piccoli, veloci da mangiare, i primi piatti fanno un po’ da portata principale, i secondi piatti vanno oltre i videogiochi, gli allergeni sono argomenti di cui magari non vorreste leggere, i piatti piccanti sono quelli un po’ polemici e i consigli della cucina sono romanzi, saggi e fumetti che dovreste leggere.

I nostri link saranno biologici, a click-bait zero, presi direttamente alla fonte, verificati nei contenuti e impiattati con cura. Consapevoli delle derive hipster salutiste del momento, ci impegniamo fin da subito nell’assicurarvi il più performante dei super-food in commercio: al posto di curcuma, spirulina e bacche di goji, vi proponiamo il meglio della critica sui videogiochi, un medium che, se cucinato con maestria, saprà stupirvi per le sue proprietà organolettiche.

Il menù di agosto, mese che secondo Game Happen sarà un po’ un test per la riuscita di Papille, è già ricchissimo. Si va dal confronto tra il pittore romantico Caspar David Friedrich e gli scenari di videogiochi come Dark Souls al postmodernismo di Her Story, dal rapporto tra Far Cry 5 e i fascismi reali e attuali al dibattito sull’introduzione della dipendenza da videogiochi tra i disturbi mentali, dallo studio di misoginia e razzismo nel mondo del videogioco all’analisi del lavoro emozionale rappresentato in Florence.

E poi articoli sulla cultura del meme, sull’architettura in Hitchcock, sul rapporto tra Realtà Virtuale e letteratura, sui giochi da tavolo, mostre da visitare e progetti in crowdfunding da appoggiare e altro ancora. Trovate tutto (gratuitamente e senza bisogno di iscrizioni) sulla piattaforma Medium cliccando qui.

Leave A Reply

Your email address will not be published.