Capcom è interessata a creare nuove serie (ma con prudenza)

In un’intervista a GamesIndustry.biz, in cui vengono affrontate anche le vendite di Resident Evil 7 Biohazard (ne ho parlato in questo articolo), Capcom spiega come intende lavorare in futuro a nuove PI, a nuove proprietà intellettuali. Insomma, come e se intende investire su nuove serie.

Di recente Capcom ha soprattutto recuperato serie storiche della compagnia e, in futuro, ha affermato di voler ulteriormente continuare in questa direzione con nuovi remaster e nuovi remake come quello in arrivo per Resident Evil 2. Ma Stuart Turner, direttore operativo di Capcom, e Antoine Molant, responsabile marketing per l’area di Europa Medio Oriente Africa, spiegano che la compagnia non ha rinunciato a sviluppare nuove serie o a portare in nuovi luoghi serie esistenti, anche se lo farà con una certa prudenza (i grassetti sono miei).

“Siamo interessati all’attuale esplosione di titoli economici distribuiti solo in formato digitale” spiega Molant. “Questo è come potremmo potenzialmente veder nascere una nuova serie, testando le acque con titoli più piccoli che son meno rischiosi da sviluppare. Magari potremmo distribuire un po’ di questi e vedere se qualcuno ha successo, e poi possiamo portarlo avanti passo dopo passo invece che fare [subito] un AAA con dieci milioni di budget di marketing. Quello non potremmo farlo mai.”

“Ma non escludiamo nuove serie” continua Turner. “Abbiamo dei titoli in programma. La squadra di sviluppo non vuole sempre fare le solite cose, vogliono esplorare altre aree. C’è anche un sacco di materiale nei nostri universi che potremmo usare per farci qualcosa di nuovo senza dover buttarci in un territorio totalmente nuovo.”

Source GamesIndustry.biz

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.