Titanfall Online cancellato dopo tre anni di sviluppo

Electronic Arts ha annunciato la cancellazione di Titanfall Online, sparatutto free-to-play sviluppato da Nexon, pensato per i mercati dell’Asia (parliamo soprattutto di Cora del Sud e Cina) e basato principalmente (ma non solo) sul primo Titanfall di Respawn.

Non è raro che sparatutto multiplayer occidentali, usciti originariamente a pagamento, arrivino nei territori asiatici in una loro versione free-to-play appositamente pensata per quei mercati. Call of Duty, per esempio, ha in Cina il free-to-play Call of Duty Online sviluppato insieme da Activision e Tencent. E il fenomeno non si ferma unicamente agli sparatutto perché anche marchi come Assassin’s Creed arrivano in Cina con giochi adatti al suo mercato dominato dal free-to-play per PC e dispositivi mobili.

La serie Titanfall ha avuto una buona accoglienza nei mercati asiatici, probabilmente a causa dei suoi robot giganti molto amati in Asia, ma Titanfall Online non è piaciuto agli utenti sud coreani durante la sua beta chiusa ed è stato infine cancellato. Nexon ha spiegato che un’altra causa della decisione sarebbe il mutamento in corso nel mercato dei videogiochi online.

Titanfall Online era stato annunciato nel 2016 ed era stato in sviluppo per ben tre anni. Respawn appartiene ora a Electronic Arts (che prima era solo l’editore di alcuni dei loro videogiochi mentre la serie Titanfall era di proprietà dello studio) e starebbe lavorando a un nuovo gioco ambientato nel mondo di Titanfall. Nonostante i problemi di Titanfall 2, uscito schiacciato tra Call of Duty e Battlefield, e la cancellazione del videogioco di carte digitali Titanfall Frontline, Respawn starebbe quindi continuando a sviluppare la serie.

Via Kotaku

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.