Mario Tennis Aces è un picchiaduro

Ho provato Mario Tennis Aces approfittando del periodo di prova su Nintendo Switch e, pur conoscendo i cambiamenti alla formula della serie, sono rimasto ugualmente spiazzato da quanto l’esperienza sia mutata rispetto al passato. Mario Tennis Aces è ora un picchiaduro e il suo aspetto da videogioco di tennis è solo un travestimento.

Mario Tennis Aces è un picchiaduro

Tennis come picchiaduro

I fondamenti sono quelli del tennis: due giocatori (sarà possibile giocare però anche in doppio e ci sarà una modalità Avventura che includerà battaglie contro boss) si sfidano prendendo a racchettate una pallina.

I colpi fondamentali sono sostanzialmente gli stessi già visti in Mario Tennis Ultra Smash per Wii U, hanno caratteristiche lievemente diverse e un colore specifico che aiuta a distinguerli e, quando vengono caricati (tenendo premuto il tasto corrispondente), devono essere respinti rispondendo in un modo specifico. Un top spin rosso caricato deve essere respinto con uno slice blu, uno slice caricato deve essere respinto con un top spin e un colpo piatto viola caricato deve essere respinto con un altro colpo piatto. A questi tre colpi si aggiungono il pallonetto, pensato per volare sopra la testa di un avversario in posizione troppo avanzata, e la palla smorzata che invece cade poco dopo il primo rimbalzo costringendo l’avversario ad avvicinarsi alla rete.

Questi elementi del tennis creano già un’esperienza che può vagamente ricordare quella di un picchiaduro. C’è una componente reattiva, perché ho il tempo di vedere il colore/tipo del colpo nemico e rispondere di conseguenza, ma c’è anche una componente predittiva, perché non raggiungerò la palla se non saprò prevedere dove l’avversario cercherà di attaccarmi, o la raggiungerò malamente respingendola senza decisione. Non è (solo) per questi elementi comuni a qualsiasi videogioco di tennis e a molti altri giochi competitivi che però ho scritto che Mario Tennis Aces è un picchiaduro.

Mario Tennis Aces è un picchiaduro

Mario Tennis Aces come picchiaduro

Mario Tennis Aces aggiunge a queste meccaniche fondamentali una barra di energia. Non è un’idea nuova nella serie e abbiamo visto qualcosa di simile in Mario Power Tennis (GameCube e Game Boy Advance), ma Mario Tennis Aces la porta davvero al centro del suo gameplay.

La barra dell’energia di Mario Tennis Aces viene riempita in due modi: lentamente, semplicemente rispondendo ai colpi avversari, e più rapidamente eseguendo un Colpo tecnico. Il Colpo tecnico è un esempio dell’equilibrio tra rischi e benefici su cui è costruito Mario Tennis Aces: si tratta di un colpo eseguito dopo un salto in avanti, indietro o di lato capace di raggiungere palle sennò troppo lontane e, se fatto con il giusto tempismo, di riempire rapidamente la mia barra. Se eseguito malamente, però, un Colpo tecnico non solo manca il suo bersaglio ma consuma la mia energia.

L’energia può essere poi spesa in due modi: per eseguire l’abilità offensiva Colpo intenso o per eseguire l’abilità difensiva Velocità Intensa. Per eseguire un Colpo intenso devo raggiungere un’area specifica del campo, un’area segnalata da una stella e che rappresenta la zona migliore per rispondere al colpo nemico (un qualsiasi colpo eseguito in questa area diventa un più potente Colpo stellare). Parare un Colpo intenso è difficile e inoltre danneggia la racchetta, togliendole uno dei suoi tre punti salute: una racchetta senza punti salute è distrutta e un giocatore senza racchette sostitutive perde automaticamente la partita per KO.

Posso evitare di danneggiare la racchetta di fronte a un Colpo intenso eseguendo un Blocco, un contrattacco che si attiva reagendo in modo preciso a un Colpo intenso nemico, e per rendermi più facile raggiungere la veloce palla nemica e l’esecuzione del Blocco posso sfruttare la barra dell’energia e attivare la variante difensiva del Colpo intenso, la Velocità intensa, un’abilità che consuma energia rallentando il tempo della partita.

Esiste una terza abilità dipendente dalla barra: il Colpo speciale. Si tratta di una versione potenziata del Colpo intenso e necessita di una barra dell’energia totalmente piena per essere eseguita. In cambio, il Colpo speciale garantisce alcuni vantaggi rispetto al Colpo intenso: può essere eseguito sempre, senza raggiungere l’area/stella e persino senza neanche dover raggiungere la palla, respinge qualsiasi attacco come se fosse un Blocco e, se non parato con un Blocco, distrugge immediatamente la racchetta avversaria.

Anche se nella versione definitiva di Mario Tennis Aces sarà possibile giocare senza questi colpi e senza la barra di energia nella sua modalità base il videogioco è totalmente incentrato su questa meccanica. Respingere le palle con i rischiosi Colpi tecnici è tanto necessario da spingermi a ritardare la risposta per avere la palla alla giusta (e pericolosa) distanza per eseguire questa abilità, e Colpi intensi, Colpi speciali e Velocità intensa obbligano a continue scelte su come usare la barra colmata.

Spenderò la mia energia in modo offensivo o difensivo? Cercherò di far punto con il mio Colpo intenso o provocherò l’avversario lanciandogli quasi in faccia un Colpo speciale sperando che non riesca a rispondere con un Blocco e che la sua racchetta venga distrutta?

Mario Tennis Aces è un picchiaduro

Come un picchiaduro Mario Tennis Aces mi dà gli strumenti per imparare a conoscere l’avversario, per insegnargli a conoscermi e per imbrogliarlo. Quale attacco usa, dove lo dirige? Come sta sfruttando la sua barra dell’energia? Come gli ho mostrato che voglio sconfiggerlo e come posso stupirlo? Come un picchiaduro ha una barra super da riempire e filmati speciali per attacchi speciali eseguibili consumandola ma poter vincere distruggendo la racchetta avversaria, poter vincere per KO invece che ai punti, è la più importante novità di Mario Tennis Aces in questa direzione.

La differenza principale tra Mario Tennis Aces e un picchiaduro è il modo in cui gestisce i suoi personaggi, e non è un dettaglio secondario. Per quanto i personaggi di Mario Tennis Aces appartengano a varie categorie (ci sono quelli versatili, quelli veloci, quelli potenti…) e abbiano diverse animazioni e un diverso aspetto fisico alla fine propongono lo stesso gameplay, senza mosse speciali uniche e senza le grosse differenze che vediamo in un picchiaduro.

Giocare il potente Bowser è diverso dal giocare il rapido Toad, ma non quanto sia diverso giocare lo zoner (personaggio dedito agli attacchi a distanza) Guile rispetto al grappler (personaggio dedito alle prese e quindi al corpo-a-corpo) Zangief in Street Fighter.

In questo senso Mario Tennis Aces si posiziona nel mezzo tra i normali videogiochi di Mario Tennis, con i loro colpi speciali ma senza la complessità strategica aggiunta al gioco dalla barra dell’energia e dai suoi usi, e un picchiaduro semplificato come Fantasy Strike di Sirlin Games, in cui esistono personaggi diversi con gameplay diversi e attacchi diversi ma non devo imparare complesse combinazioni di tasti per giocare.

Mario Tennis Aces è più complesso e ricco di un normale Mario Tennis e, allo stesso tempo, non mi richiede di imparare una grande varietà di personaggi. Non è “un vero picchiaduro” e non ha la violenza tipica del genere ma credo che possa inaspettatamente diventare un buon modo per avvicinare nuovi giocatori a un multiplayer 1v1 complesso e incentrato sul capire, essere capiti e ingannare l’avversario.

Essere un picchiaduro vuol dire anche dover avere la precisione di un picchiaduro, ridurre la latenza online, e proprio la latenza è stata il problema di Mario Tennis Aces durante questa prima demo multiplayer. Era fortunatamente possibile rinunciare ad affrontare un avversario se la sua connessione risultava troppo lenta, ma mi sono comunque trovato in situazioni ingestibili, situazioni in cui i miei tasti venivano letti con ritardi forse di interi secondi e in cui ogni mossa speciale diventava quindi inutile e anche rispondere a un banale servizio poteva essere complicato. Conto che comunque Nintendo riesca facilmente a risolvere simili problemi.

Mario Tennis Aces sarà disponibile su Nintendo Switch a partire dal 22 giugno 2018.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.