Jessica Price discute l’annuncio del suo licenziamento da ArenaNet di Guild Wars 2

La scrittrice Jessica Price è stata licenziata da ArenaNet sviluppatore di Guild Wars 2 dopo essere stata attaccata da utenti Reddit richiamati da un suo diverbio con Deroir, YouTuber della comunità del gioco.

Price stava discutendo su Twitter le problematiche del suo lavoro, cioè quali difficoltà comporta scrivere protagonisti adatti a essere giocati in un MMORPG, e Deroir è intervenuto contraddicendola e suggerendo una possibile soluzione. O almeno quella che agli occhi di una persona totalmente impreparata sull’argomento poteva sembrare una possibile soluzione che un professionista da dieci anni nel campo (e a livelli altissimi, come Jessica Price) poteva non aver considerato. In realtà il suggerimento di Deroir era sostanzialmente equivalente a “ma hai provato a spegnere e riaccendere? Dovresti.”

Non è un caso raro, e Price ne ha approfittato per mostrare ai suoi follower quello a cui uno sviluppatore e soprattutto una sviluppatrice si trova davanti ogni giorno: persone a caso che cercano di dirti cosa fare pur non avendo neanche idea di quello di cui stai parlando. Trovate in questo mio articolo maggiori dettagli sugli eventi ma, in sintesi, Deroir è stato difeso da frotte di utenti Reddit attirati dal fatto che Price avesse sottolineato come certi comportamenti avvengano soprattutto da parte di uomini verso donne e, per accontentarle, ArenaNet ha licenziato Jessica Price e il suo collega Peter Fries che la aveva difesa.

Mike O’Brien, presidente e co-fondatore di ArenaNet, ha personalmente annunciato il licenziamento di Jessica Price e Peter Fries sui forum del gioco con un messaggio che, come ho spiegato, rappresenta un pericoloso precedente per l’intera industria e mette un bersaglio sulla schiena di ogni sviluppatore. ArenaNet in pratica promette a Reddit e alla sua comunità di permettere loro di molestare gli sviluppatori della compagnia, sviluppatori che rischiano di essere licenziati se risponderanno alle molestie o saranno semplicemente visti come indesiderati dalla comunità.

“Di recente due dei nostri dipendenti hanno fallito nell’impegno di rispettare i nostri standard nella comunicazione coi giocatori. I loro attacchi alla comunità erano inaccettabili. Come risultato, non sono più nella compagnia. Voglio chiarire che le affermazioni da loro fatto non riflettono la visione di ArenaNet. Come compagnia ci impegniamo sempre ad avere un rapporto di collaborazione con la comunità di Guild Wars. Apprezziamo il vostro contributo. Facciamo questo gioco per voi.”

O’Brien ha in seguito rilasciato un’altra dichiarazione, cercando di sminuire il peso delle pressione di Reddit nella sua decisione, ma ormai il danno è stato fatto. All’interno di questa seconda dichiarazione, inoltre, O’Brien ricorda Jessica e Peter come “parte della quadra che ha creato la scena del rapimento nell’Episodio 1, una scena magistralmente eseguita. È così che voglio ricordare il tempo che hanno passato in ArenaNet.”

Jessica Price ha ora rilasciato una dichiarazione pubblica sul suo account Twitter, una risposta a come O’Brien ha presentato il suo licenziamento e il suo lavoro. I grassetti sono miei.

“Ciao a tutti. Voglio dire una cosa prima di allontanarmi da Twitter per un po’ perché avevo dei progetti per una vacanza e intendo godermela. Potete rispondere se volete, ma non riceverò notifiche dalle risposte cha avrò da persone che non seguo, e non mi metterò a controllarle. Se siete parte dell’industria o della stampa e volete contattarmi potete farlo attraverso i nostri contatti comuni.

Ecco qualcosa che dovete considerare se siete sviluppatori: questa storia è stata raccontata concentrandosi sul mio licenziamento e sul fatto che ci fosse stato un avvertimento o una discussione [prima del licenziamento]. E così ci perdiamo un bel pezzo della questione. Parliamo non di come sono stata licenziata ma di come è stato annunciato. L’annuncio è stato un modo per alzare la posta in gioco [una escalation]. La compagnia poteva dire semplicemente: le loro affermazioni non rappresentano la compagnia, non siamo d’accordo con quello che han detto e quindi non son più nella compagnia.

Ma non hanno fatto questo. Si sono concentrati su un’interazione avuta sui miei account personali sui social network, un’interazione in cui ho detto a persone che (secondo me) stavano facendo le stronze che non ero in orario di lavoro e che quindi non avrei finto di apprezzare persone che stavano facendo le stronze. Questa interazione è stata definita [da O’Brien] un attacco alla comunità.

Sapevano, o almeno dovevano sapere nel 2018, cosa sarebbe accaduto a una sviluppatrice donna licenziata dopo aver parlato di sessismo. Sarebbe stato già orribile licenziarmi e annunciare il mio licenziamento, ma hanno scelto di alzare il tono. Ci hanno additati, Peter e me, come nemici della comunità. Questo non è solo licenziarci e dire che beh, se veniamo molestati è così che va la vita. Quello era un incoraggiamento a molestarci. E il loro silenzio, quando si è trattato di condannare le molestie, è stato significativo.

Ci sono state molte critiche contro grandi compagnie di videogiochi nel 2014/2015 per non aver supportato i loro dipendenti donna o appartenenti a una minoranza, ma lì il problema fu la passività delle compagnia. Nessuna di loro alzò il tiro incoraggiando le molestie contro gli sviluppatori in questo modo. Sapevano che sarei stata travolta da minacce e molestie. Il licenziamento non era la punizione, la punizione era darmi in pasto alla folla. Non ho idea di cosa possano fare ora per rassicurare i loro dipendenti… e certo non ho idea di cosa possano fare per rassicurare ogni sviluppatore nell’industria, sviluppatori che ora hanno dei bersagli disegnati sulla schiena… che non daranno in pasto alla folla altri dipendenti per punirli di essere stati troppo arroganti.

E voglio dire un’altra cosa. Mike O’Brien nelle sue dichiarazioni più recenti riduce il mio contributo a GW2 a una scena di un episodio. Siccome spesso il lavoro delle donne è dimenticato o sminuito trovo questo particolarmente rappresentativo. Per la cronaca: tutto in GW2 è realizzato da una squadra. Non esiste contenuto fatto da una persona sola. Ma se parliamo di influenza: l’intera stagione è mia. Ho gestito io le riunioni in cui è stata creata la storia, ho diretto io le riunioni in cui è stato delineato l’episodio e ogni linea di dialogo è passata dalle mie mani. Tutto quello che vedete di storia nella stagione è stato lavoro mio e vedrete ancora cose realizzate da me per lungo tempo.

Ma un sacco di contenuto che vedrete è stato invece diretto da altre donne: squadre di donne, squadre capitanate da donne, scrittrici donne, registe donne. Questo è il miglior contenuto che GW2 abbia mai prodotto e le donne sono ai vertici di questa industria e non se ne andranno. Non le nomino solo perché non voglio dirigere contro di loro la folla.

Comunque, se siete sviluppatori, guardate con attenzione quello che ArenaNet ha fatto e chiedete ai vostri dirigenti di garantirvi che non succederà anche voi.”

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.