Come sarà l’Assassin’s Creed di EA Motive e Jade Raymond?

Da tre anni Jade Raymond, produttrice originale di Assassin’s Creed per Ubisoft, lavora dentro Electronic Arts con il suo nuovo studio Motive a quello che vorrebbe essere “l’Assassin’s Creed di EA”.

Intanto Motive ha contribuito a sviluppare altri videogiochi, come il cancellato Star Wars di Visceral Games e la campagna di Star Wars Battlefront 2 e ci sono stati anche importanti cambiamenti nel genere che EA sta inseguendo con il lavoro di Jade Raymond. Tre anni fa il videogioco d’azione/avventura era un gigante del mercato, soprattutto nelle sue manifestazioni open-world, ma poi è diventata sempre più evidente la sua evoluzione in un’altra direzione, fortemente influenzata dai videogiochi di ruolo. Così nascono Assassin’s Creed Origins e Middle-Earth Shadow of War e, con un percorso inverso, così nasce Final Fantasy 15.

Il lavoro di Raymond però continua e la produttrice sembra decisa a dare una direzione ulteriormente diversa al genere, come spiegato a Game Informer. “Stiamo cercando di reinventare i giochi azione/avventura per il futuro, vogliamo un gioco azione/avventura che viva nel tempo con un mondo dinamico e vivo, un mondo che respiri. Penso che un grande problema da risolvere sia il fatto che creiamo questi splendidi mondi e dopo che li avete giocati semplicemente siano finiti. Come dovrebbe essere invece un mondo dinamico?”

Non è un problema diverso da quello che si sta ponendo Ubisoft: come si trasforma un genere come quello azione/avventura di Assassin’s Creed in un giocoservizio capace di durare nel tempo e di mutare? E come arrivare a un pubblico più ampio di quello convenzionalmente raggiunto da questi videogiochi?

“Che io abbia cinque minuti o due ore, che io abbia un cellulare o una console, che io sia un videogiocatore esperto o che giochi principalmente a Candy Crush o Farmville posso entrare lì e fare qualcosa ed essere parte di qualcosa e contribuire” dice Raymond, sottolineando anche l’aspetto social dell’esperienza, che comunque nonostante i tre anni di lavorazione è ancora ferma alle prime fasi della sua progettazione. Motive starebbe intanto lavorando anche a un altro progetto non ancora annunciato.

Source Game Informer Game Informer

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.