Death Stranding mostra all’E3 un po’ di gameplay, Léa Seydoux e Lindsay Wagner

Come annunciato, Death Stranding di Hideo Kojima è stato nuovamente mostrato durante la conferenza PlayStation e Sony dell’E3 2018 (una conferenza piuttosto bizzarra, organizzata in sale tematiche diverse e con un ritmo un po’ confuso). Stavolta sembra che il video contenga anche alcune sequenze di gameplay, seppur montate, che mostrano come il protagonista Sam interpretato da Norman Reedus si muoverà nell’ambientazione di gioco per svolgere il suo lavoro, cioè per fare il fattorino. Il fattorino in un mondo molto pericoloso dove mostri invisibili ti cercano.

Verso la fine del video c’è anche una parte piuttosto lunga di gameplay (o apparentemente di gameplay) in cui Sam, usando un feto come batteria per la strana sonda vista anche nel video precedente del videogioco (ve lo rimetto qua sotto), si muove cercando di evitare di essere scoperto da figure nere rese visibili solo dall’azione della sonda stessa e apparentemente… legate a cordoni ombelicali di ombra?

Il trailer introduce anche due personaggi femminili, interpretati da Léa Seydoux (co-protagonista de La vita di Adele di Abdellatif Kechiche nel ruolo di Emma) e da Lindsay Wagner (protagonista della serie televisiva La donna bionica) ritratta come era negli anni Settanta.

Death Stranding non ha ancora una data o una finestra di uscita, ma dovrebbe arrivare prima della prossima generazione di console e quindi intorno al 2020. Non è neanche chiaro su quali piattaforme uscirà: inizialmente era stato annunciato in arrivo su PlayStation 4 e, in un secondo momento, su PC, ma i rapporti tra Sony e Kojima si sono decisamente intensificati nel frattempo e Death Stranding è persino realizzato con un motore sviluppato da uno studio di Sony (usa una versione modificata del motore di Horizon Zero Dawn di Guerrilla Games) e non viene più citata la sua versione PC.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.