Cyberpunk 2077 sarà in prima persona

Dopo il primo vero trailer di Cyberpunk 2077 mostrato durante la conferenza di Microsoft e Xbox all’E3 2018 (trailer piuttosto generico, magari interessante per gli appassionati dell’originale gioco di ruolo cartaceo Cyberpunk/Cyberpunk 2020) cominciano a essere diffuse informazioni sul gioco vero e proprio.

La notizia più interessante, diventata subito persino controversa online, è che Cyberpunk 2077 sarà in prima persona. Molti si aspettavano una telecamera in terza persona in stile The Witcher, mentre CD Projekt Red avrebbe scelto un’inquadratura più immersiva e magari più adatta anche alla componente sparatutto del gioco. Non ho ben capito perché i videogiocatori non sopportino questa scelta, ma il protagonista (totalmente personalizzabile stavolta) sarebbe comunque visibile durante le cutscene e durante le conversazioni.

Il personaggio principale, V, è un mercenario di Night City, capitale della violenza di un futuro dominato da mega-corporazioni. Ogni elemento scelto dal giocatore (genere, aspetto, classe, storia personale di V e anche cosa indosserà) sarebbe destinato ad avere un impatto sul gioco. V potrà raggiungere in vari modi i suoi obiettivi, un po’ in stile Deus Ex per intenderci: potrà agire con violenza, con furtività, potrà hackerare apparecchiature elettroniche e così via. Ci saranno anche abilità utilizzabili in combattimento, tra cui un potere capace di rallentare il tempo.

Gli elementi “da gioco di ruolo” sembrano piuttosto numerosi (i danni inflitti ai nemici per esempio saranno visibili come numeri, come accade in Borderlands) e anche se non esisteranno tradizionali classi da scegliere all’inizio del gioco (il personaggio si evolverà durante la partita) ci saranno livelli e statistiche da personalizzare.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.